AUTOUR DES MONDES

Viaggi

Trasferirsi a Montreal: la testimonianza di Aurélie

Vuoi trasferirti a Montreal? Questa settimana presento la testimonianza di Aurélie, un viaggiatore esperto che si è trasferito a Montreal ma anche a Sydney e Atene.

Ci racconta le sue esperienze e ciò che ha imparato dai suoi viaggi.

Ringrazio Aurélie e le auguro ogni bene per il futuro!

 

Intervista ad Aurélie: da Atene a Sydney a Montreal

Articolo Foto: Aurélie

Piccola presentazione personale e il tuo sito

Mi chiamo Aurélie, ho 31 anni e sono di Poitiers. Ho vissuto a Parigi, Atene, Sydney e Montreal. Punto dal virus dei viaggi molto tempo fa, ho attraversato l’Australia e il sud-est asiatico più di recente. Il mio blog Lili nel Paese delle Meraviglie (www.liliaupaysdesmerveilles.com) è un po ‘come il mio diario di viaggio. Rapporto le mie scappatelle e cerco di dare qualche consiglio il prima possibile sulla mia esperienza. Ho seminato qualche briciola della mia vita a Montreal. Oggi sono tornato in Francia. Dopo diversi mesi di procrastinare per scoprire se me ne stavo andando o no… Ho deciso di rimanere un po ‘più a lungo in Francia e più specificamente a Parigi! Il blog forse cambierà un po ‘di forma poiché viaggio molto meno … 

 

Perché hai lasciato la Francia?  

Ho lasciato la Francia nel 2009. Dopo essere tornato dall’Australia, stavo cercando un lavoro senza successo. Ho finito per richiedere il permesso di vacanza lavorativa e mi sono trasferito a Montreal dove ho trovato un lavoro abbastanza facilmente. Mi sono innamorato di questa città così piacevole da vivere. Ho la mia seconda famiglia lì e parte della mia vita.  

 

Quali erano le tue paure e i tuoi punti di forza prima di trasferirti a Montreal?  

Non mi aspettavo niente quando sono partito per il Canada. Sono rimasto così deluso di non trovare un lavoro in Francia. Ho preferito fare un “piccolo lavoro” lì che in Francia e infine … tutto è andato oltre le mie aspettative. Non avevo paura. Non ho lasciato nulla di speciale in Francia, avevo già vissuto all’estero. E mentre la differenza culturale in Quebec è palpabile, la lingua rimane la stessa nonostante le sfumature dei vocabolari.  

Per quanto riguarda i miei punti di forza… Non lo so. Penso che non aspettarmi nulla di speciale mi abbia aiutato a non essere deluso e ad apprezzare ogni momento. E poi è stato facile per me lì. (Ma non tutti lo fanno).  

Non esitate a seguire Aurélie sul suo sito Lili nel Paese delle Meraviglie

Arte di strada di Montreal
Arte di strada di Montreal

Cosa hai imparato da questa esperienza?  

Tante cose!

  • Fai un passo indietro dalla Francia, dalla nostra cultura e da me stesso.
  • Vivere in una duplice cultura: francese e quebecchese.
  • Posizionarsi come se nulla fosse dato per scontato, perché anche se siete francesi, siete ancora immigrati/espatriati.
  • Vivere in stile canadese (o anche americano).
  • Guarda il lato positivo di Francia e Quebec.

Vivere all’estero ci fa crescere e cambiare…  

 

Sono fermamente convinto che ogni persona dovrebbe cercare di viaggiare o vivere all’estero per qualche tempo. So che per alcune persone non è un bisogno o addirittura un desiderio come lo è per me e lo è sempre stato. Ma è qualcosa che ci cambia profondamente e ci fa vedere il mondo e il nostro mondo in un modo diverso. Ci fa crescere e abbiamo esperienze uniche. E soprattutto, viaggiare apre la mente…  

Fine miglia di Montreal
Montreal Mile En

d

Parco della Mauricie in Québec
Parc de la Mauricie in Quebe

c

Parco Mont Tremblant in Quebec
Parc du Mont Tremblant in Quebec

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.