AUTOUR DES MONDES

Viaggi

Andare a vivere in Nuova Caledonia: l’esperienza di Coralie

Vuoi andare a vivere in Nuova Caledonia? In questo articolo la testimonianza di Coralie che ci racconta la sua esperienza in Nuova Caledonia dove vive da gennaio 2015.

 

Trasferirsi in Nuova Caledonia

Articolo Foto: Coralie

Piccola presentazione personale e il tuo sito

Ciao, mi chiamo Coralie, ho 29 anni e sono un globetrotter epicureo, vegetariano, scarpa bulimica (nessuno è perfetto!), ossessionato dall’ecologia che vive testa nelle stelle e viaggia molto.Attualmente vivo in Nuova Caledonia dove ho creato la mia azienda nell’insegnamento/formazione/supporto di bambini e adulti.

La mia più grande passione, viaggiare, che è per me, autoterapia, perché partire, perdere la porta, stare all’estero, muoversi, scoprire, conoscersi in profondità, affrontare i suoi difetti, ma anche vedere le sue qualità e fare cose che non pensavi di poter essere. Sono anche un grande appassionato di natura, ecologista nel cuore e sto cercando soluzioni ad ogni turno per ridurre il mio impatto, nella mia vita quotidiana ma anche nei viaggi. La mia ultima passione sarebbe lo sport, che pratindo ogni giorno, correndo o facendo yoga.

Sono autore di un blog sul tema dei viaggi. Ho iniziato nel 2013 con la passione per i viaggi ma soprattutto con la voglia di condividere. Per far conoscere la mia regione di origine (Alsazia) e poi le mie scoperte sull’acqua.

Ma è stato soprattutto durante il mio “semi-intorno al mondo” di 8 mesi con il mio amante che ho davvero sviluppato il mondo di Schuldi. (AGGIORNAMENTO del 25/01/2021: questo sito non è più online)

Questo blog è diventato uno spazio per esprimere e condividere buoni indirizzi, consigli pratici, intervistare amici di viaggio ma anche un altro argomento che mi sta molto a cuore. Ho creato una categoria “Eco’Green” per condividere i miei consigli e suggerimenti per viaggi più eco-compatibili.

 

Perché hai lasciato la Francia?

Il desiderio di trasferirsi all’estero nasce da un semplicissimo desiderio di “stare all’estero”. Volevamo spingere i nostri limiti e diventare “stranieri”. La nostra decisione è stata motivata anche dal fatto che non avevo davvero opportunità professionali in Francia e che il lavoro del mio uomo non gli andava più bene. Questo non è un volo, ma solo una ricerca di felicità e realizzazione che non abbiamo più trovato nelle nostre regioni di origine.

Ho lasciato la Francia per la prima volta durante il mio “semi-intorno al mondo” da ottobre 2013 a maggio 2014. Ho viaggiato in 9 paesi in 8 mesi con il mio amante: India (3 mesi), Nepal (3 settimane), Thailandia (2 mesi e mezzo), Laos (1 mese), Cambogia (3 settimane), Australia (3 settimane), Nuova Caledonia (3 settimane) e Istanbul (4 giorni). In questo viaggio, avevamo in mente un’idea, espatrio! Ma la grande domanda era dove? Siamo stati molto ispirati da un paese in Canada, e ci sono andato nel luglio dello scorso anno per un mese per saperne di più e per conoscere i processi e le opportunità. Abbiamo lasciato la Francia da gennaio 2015, ma per trasferirci in Nuova Caledonia! Molto più facile stabilirsi lì e poi abbiamo avuto un piede a terra e in famiglia. E il Canada? È un progetto che ha sempre un posto nel nostro futuro!

 

Quali erano le tue paure e i tuoi punti di forza prima di andarti?

Ancora oggi non so se siano i nostri punti di forza o il desiderio di combattere le nostre paure che ci spingono a superare noi stessi e ad andare sempre oltre. Per me c’è una ricetta prima dell’inizio da avere in sé: una dose di follia, un pizzico di coraggio, un dream bar, una sete di libertà e soprattutto invidia! Ma la nostra più grande forza è noi, il nostro duo, la nostra coppia, siamo perfettamente d’accordo. È un po ‘pretenzioso ma dopo un viaggio di 8 mesi H24 e 7 giorni alla settimana insieme, ho un passo indietro su di noi e posso dire senza arrossire che siamo una forza l’uno per l’altro.

Ci sono sempre paure quando si fa una decisione folle che è fuori dall’ordinario e ti mette in pericolo. Inoltre, sono utili perché ci permettono di fare un passo indietro, porci domande e non correre a capofitto. Ma non devono impedire loro di fare le cose, solo di ragionare!

Trasferirsi in Nuova Caledonia

Baia di Nehoué

Cosa hai imparato dai tuoi viaggi?

Il viaggio mi ha insegnato molto su me stesso, sono cambiato senza cambiare davvero. Mi sono affermato, oggi penso di conoscermi molto meglio, accetto me stesso e soprattutto non ho paura delle mie scelte di vita, le assumo pienamente. Mi sono anche reso conto di quanto siamo adattabili noi uomini alle situazioni, è affascinante vedere quanto siamo flessibili. Viaggiare è un risveglio sensoriale. Che vi consiglio a tutti voi, indipendentemente dal periodo di tempo, ma scegliete una destinazione che vi spintoni, per uscire dai vostri codici abituali. Vedrai, fa paura ma è magico.

Volti del mondo
Volti del mondo

 

Non ho abbastanza prospettiva sul mio espatrio per sapere cosa mi ha insegnato, sono stato in Nuova Caledonia solo per pochi mesi. Ma posso già dirtelo, è un po’ più sconvolto del viaggio. È un inizio da zero, una nuova nascita, una ricostruzione della vita quotidiana: ci si sente vivi!

Cascate in Nuova Caledonia
Cascate in Nuova Caledonia

 

Prospero scrivendo il mio blog, condividendo le mie scoperte, i miei libri di viaggio, le mie foto e le mie esperienze. È una specie di mio bambino, il mio progetto che svolgimento da un anno e mezzo e di cui sono abbastanza orgoglioso. Spero di poterlo tenere a lungo e continuare grazie a lui per fare incontri meravigliosi e vivere avventure folli!

Frutta in Nuova Claeddonia
Frutta esotica

 

“Il mondo è un libro e chi non viaggia legge una sola pagina” – Sant’Agostino

 

 

Trasferirsi in Nuova Caledonia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.